sabato 18 settembre 2010

Il libro: A - L'alfabetista di Torsten Pettersson

In uscita il 7 ottobre 2010...

 


Nella cittadina finlandese di Forshälla la vita scorre lenta e tranquilla. Fino al giorno in cui in un parco pubblico viene ritrovato il cadavere di una donna. L’assassino l’ha strangolata, le ha cavato gli occhi e le ha inciso sulla pancia una lettera, una A. Tutti i sospetti si concentrano sul fidanzato della vittima, ma ciò non impedisce la sorprendente scoperta, a distanza di qualche tempo, di altri corpi, anch’essi senza occhi e con una lettera incisa sulla pancia. Cosa significano quelle lettere? Chi vuole la morte di persone apparentemente molto diverse tra loro? Per risolvere il caso, l’ispettore Lindmark dovrà entrare nella mente dell’assassino e seguirlo nei labirinti oscuri della perversione: un gioco destinato a insinuare nella sua esistenza l’ombra inquietante del dubbio…
Ambientato nella gelida Scandinavia, questo thriller crudele e spietato offre al lettore una prospettiva inquietante sulla natura umana, in una storia che lascia senza fiato.

TORSTEN PETTERSSON è nato in Finlandia nel 1955. Insegna Letteratura all’università di Uppsala, in Svezia. A L’alfabetista, il suo romanzo d’esordio, è il primo capitolo di un’avvincente trilogia che ha riscosso grande successo in Finlandia e sta per essere pubblicata in diversi Paesi.

3 commenti:

  1. Io ho letto l'assaggio che il sito mette a disposizione e devo dire che mi intriga molto.
    www.newtoncompton.com/ebook/index.html?id=978-88-541-2135-5

    Andrea.

    RispondiElimina
  2. Sembra che la moda del thriller scandinavo non si sia ancora placata ed infatti ecco pubblicato questo nuovo titolo. Il libro é il primo di una trilogia che vede protagonista l'ispettore Lindmark. Personalmente non mi ha convinto molto anche se c'erano aspetti davvero interessanti. Cominciamo dal titolo, avrei preferito una traduzione più letterale come é accaduto per la versione francese intitolato Donne-moi tes yeux (Dammi i tuoi occhi). C'è da dire che l'idea di base era davvero intrigante e la soluzione del mistero é decisamente scioccante e inaspettata ma lo stile é decisamente freddo e distante. Il libro presenta una sovrapposizione di narrazioni, infatti il punto di vista non é solo quello di Lindmark, ma anche quello dell'assassino, a questo poi bisogna aggiungere le trascrizioni ufficiali dei colloqui e le testimonianze di altri personaggi. Ed é proprio attraverso queste che il caso si risolve. Le singole parti sono scorrevoli se prese singolarmente. Non destabilizza questo cambio di punti di vista perché il lettore viene immediatamente avvisato dallo stesso Lindmark che si tratterà di una relazione con l'aggiunta delle sue impressioni personali. Molto interessanti le descrizioni delle tecniche di profiling e l'analisi della psiche umana. L'autore affronta tematiche attuali nel suo paese come la pericolosità del nucleare e la tratta di donne provenienti dalla Russia, costrette a prostituirsi e a vivere da recluse sotto la minaccia di essere picchiate o di far del male ai loro familiari rimasti nella loro patria d'origine. E per finire la conclusione del libro: davvero enigmatica...

    RispondiElimina
  3. La mia recensione verrà pubblicata domani. Insieme con l'intervista all' autore...

    RispondiElimina

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...