sabato 12 febbraio 2011

INTERVISTA allo scrittore GIORGIO BAIETTI autore de I GUARDIANI DEL TEMPO

Abbiamo da poco pubblicato la recensione di Giovanni D'Accurso a I GUARDIANI DEL TEMPO 
di 
Giorgio Baietti 
che potete leggere CLIKKANDO QUI!

E ora possiamo conoscere meglio l'autore!

Intervista a cura di Giovanni D'Accurso
Prima di tutto vogliamo ringraziarla per averci concesso un’intervista e le diamo il benvenuto sul blog di Tuttosuilibri.
Si aspettava questo successo con il suo primo romanzo?
Il successo, è ovvio, fa sempre piacere, soprattutto, riuscire a pubblicare con un editore di serie A come Piemme è stato un vero onore. Purtroppo non tutti gli editori sono così! Ho avuto modo di tastare il polso ai lettori durante le mie molte conferenze e ho capito di essere sulla strada giusta.

Dopo aver scritto due saggi su Rennes Le Chateau, ha scritto un romanzo. Quanto c’è di autobiografico in questo libro?
Foto dal sito: http://giorgiobaietti.interfree.it/
Molto, il protagonista è una specie di mio alter ego per quello che tratta e per la sottile ironia che avvolge il tutto. I luoghi e molti personaggi sono presi direttamente dalla realtà. Non dirò mai quali!!!

Crede davvero che si possa ancora trovare il fantomatico tesoro di Sauniere. E in cosa potrebbe realmente consistere?
Per me è un tesoro esoterico, o meglio, alchemico, legato alla magia del territorio. Sauniere e, come lui Bertolotti ad Altare, ha scoperto un sottile legame tra la sua zona e l'alchimia e il tutto unito insieme gli ha portato molta ricchezza. Se questo è il vero tesoro, allora è ancora là.

Il parroco di Altare e Sauniere sembrano avere una storia comune. Crede che ci sia un nesso?
Mi piacerebbe e vi sono dei punti in comune, tra l'altro Bertolotti riceveva ogni mese un sontuoso assegno che proveniva dalla Francia...

In un’intervista di qualche tempo fa ho letto che, come nel suo romanzo, anche nella realtà esiste un gruppo di contestatori che disturba i convegni a cui partecipa. Perché lo fanno? Vogliono davvero nascondere qualcosa con la loro opera di denigrazione?
Purtroppo attorno all'universo di Rennes le Chateau ruotano dei personaggi negativi che fanno di tutto per boicottare la ricerca. Io ne ho individuati alcuni e me ne tengo ben alla larga, poi alcuni siti internet fomentano questa disinformazione e creano altro odio. Poveretti.

Quali sono i suoi modelli letterari? Si è ispirato a uno di questi per scrivere il suo romanzo?
Ho sempre amato Italo Calvino, Beppe Fenoglio e Ignazio Silone per la loro capacità di raccontare la realtà con la fantasia. Tutti e tre dei giganti ai quali va il mio pensiero mentre cerco di districarmi tra la costruzione di una frase e la ricerca di uno stile il più possibile aderente al mio modo di pensare.

Il finale del libro fa pensare ad un seguito della storia. Ci sarà?  E sta lavorando anche ad altri progetti letterari?
Sì, ci sto lavorando, ma mi occupo di ben tre romanzi contemporaneamente. Chissà che ne esce? Aggiungo anche un piccolo saggio; piccolo ma molto efficace.

Un’ultima curiosità su I Guardiani del tempo: nei ringraziamenti finali scrive: “Grazie a Giorgio Faletti e la sua mitica telefonata di fine agosto”. In che rapporti siete?
Siamo amici e, appena possibile, ci prendiamo un aperitivo a Capoliveri dove lui vive e io trascorro parte delle mie vacanze. E' una persona molto semplice e molto intrigante, il giusto cocktail di un vero artista

La salutiamo e ringraziamo per la sua disponibilità.
Grazie a voi e alla prossima!




1 commento:

  1. e io ringrazio voi per queste piacevoli informazioni
    arrivederci e grazie

    RispondiElimina

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...