giovedì 24 marzo 2011

Vi segnalo... "2025 Blackout - Una storia possibile" di Renato Riva - Edizioni della Sera

Dopo il devastante sisma che ha colpito recentemente il Giappone con tutte le conseguenti reazioni, si porta in luce uno dei dibattiti più affrontati negli ultimi anni: nucleare sì o no?
E sulla scia di questi tragici eventi che stanno interessando tutto il mondo, vi segnalo un libro che potrebbe interessarvi.
2025 Blackout - Una storia possibile
di
Renato Riva
Autore: Renato Riva
Titolo: 2025 Blackout - Una storia possibile
Editore: Edizioni della Sera
Pagine: 284
Prezzo: € 12,00
ISBN: 978-88-904730-9-8

Contenuto:
Un’isola stupenda, avviata alla totale indipendenza energetica, alla piena ecosostenibilità, che già vive nella società all’idrogeno decide di utilizzare la scoperta di un giovane ricercatore italiano emigrato in California: una tecnologia solare dal rendimento eccezionale e dall’impatto visivo nullo. Quest’isola è la Corsica del 2025. 
Situazione opposta in Italia, dove la sua innovazione è duramente osteggiata da un sistema che ha scommesso sul nucleare e che non tollera deviazioni, forte del supporto della “democrazia continuativa”. 
La vita per l’inventore diventa difficile, oggetto di attenzioni sgradite. Ma il giovane ed i suoi amici non si danno per vinti e riescono a mettere in ridicolo il sistema energetico italiano, evidenziandone le debolezze strutturali, e a comunicare attraverso i media in maniera inaspettata e devastante, creando una situazione esplosiva.

Cenni sull'autore:
Renato Riva, Inzago 1955, è ingegnere elettronico, top manager europeo di una nota società americana del settore dell’information and communication tecnology. Specialista di organizzazione commerciale è autore di Organizzare, innovare, vendere (ETAS Rizzoli 2008).
Appassionato alpinista e velista ha scritto L'orco di Rhemes (Le Chateau 2009). Membro accademico del GISM, Gruppo Italiano Scrittori di Montagna.
Il suo sito è www.renatoriva.com
Per maggiori info CLIKKA QUI!

Per chi volesse assistere ad una delle prossime presentazioni di questo libro:


Edizioni della Sera 
ha messo gentilmente a disposizione dei lettori che seguono il blog,
una copia del libro che verrà estratto tra tutti quelli che avranno seguito tre semplici regole:

1- Compilare il form correttamente.
2- Commentare questo post cercando di proporre un dibattito o un pensiero di senso compiuto sulla trama di questo libro o l'argomento che tratta.
3 - Il commento deve avere una lunghezza minima di 3 righe.

Chi non rispetterà tutte queste tre regole non parteciperà al sorteggio.

Scadenza 15 aprile 2011






9 commenti:

  1. Questo è un argomento attualissimo e sono favorevole alle energie ecosostenibili (perché le fonti rinnovabili generano energie pulite e non danneggiano la natura).
    Mi piacerebbe vedere più pannelli solari in giro e meno sprechi (l'acqua ad esempio).
    Partecipo volentieri al GA

    RispondiElimina
  2. Salve ^^ Ora come ora il dibattito sul nucleare è vivissimo. Che può produrre notevole quantità di energia, si è vero. Ma che la maggior parte delle volte si fa portatore di disastri non solo ambientali ma esistenziali è anche vero. In Italia gli unici a volere il nucleare non sono i cittadini, loro si che tengono alla propria salute e a quella della propria progenie. Chi desidera il nucleare in questo Paese è colui che più di qualunque altro può trarne vantaggio (il fornitore di materiali per la costruzione delle centrali, colui insomma che riesce a prendere l'appalto). Personalmente in questa "trovata" del nucleare vedo solamente una grande macchina per soldi capace di fagocitare lo stesso essere umano. A mio parere sarebbero da sfruttare invece tutte quelle risorse che la natura ci ha dato, l'acqua, il sole, il vento. I dispositivi ecologici saranno si più costosi ma, a mio parere, più rispettosi della natura ^^ Io dico NO al nucleare e ne sono fiera ^^

    RispondiElimina
  3. Ah, ovviamente partecipo al Giveaway ^^ Grazie per l'ascolto ^^

    RispondiElimina
  4. Partecipo anche io! Complimenti per aver scelto un giveaway così attuale! Sono ovviamente a favore dei pannelli solari e delle migliori tecnologie, speriamo davvero di andare verso una strada più "ecosostenibile". Personalmente trovo azzeccatissima la copertina del libro, è molto immediata! Bene, incrocio le dita :)

    RispondiElimina
  5. ciao irene, leggendo questa trama mi sono ritrovata nella mente un film che ho visto poco tempo fa.. si chiama EMBER la città di luce..
    l'argomento trattato dal libro oltre ad essere attuale è anche importante..gente che si divide, o nucleare o solare..spero tanto che l'italia faccia la scelta giusta!
    baci
    sori

    RispondiElimina
  6. Your blog looks nice, even so it would be far better if you’ll be able to use lighter colors too as a professional design. This will make sure that a lot more readers come to check it out.Informative post by the way!

    aromatherapy

    RispondiElimina
  7. wow, che bello sarebbe poter vivere in un mondo che non va allo scatafascio...ricordo perfettamente il disastro di Chernobyl e quando noi bambini potevamo uscire solo per andare a scuola per il rischio di una contaminazione...ricordo anche l'ingenuo dispiacere con cui ho visto mio papà buttare via tutta la verdura coltivata con tanta passione senza capirne il motivo...oggi la storia rischia di ripetersi ed io sono in seria apprensione per le mie bimbe di soli 3 mesi: questo noi è certo il mondo che sognavo x loro!
    vi saluto e metto il link nella sidebar del mio blog. baci, Moka

    RispondiElimina
  8. premetto che l'argomento è piuttosto scottante, l'autore ha sicuramente fatto bene a scriverci un libro, soprattutto dopo gli eventi catastrofici accaduti in Giappone. Premetto pure che io, personalmente, sono anti nucleare, sono a favore di un uso della tecnologia che vada a sfruttare, piuttosto, elementi naturali, quali possano essere il sole o il vento, vivo in Puglia e quì un lieve aumento di pali a energia eolica o pannelli solari iniziano ad uscire, come si suol dire, come funghi. Se proprio dobbiamo investire in qualcosa punterei senza dubbio su questi esempi.
    La storia mi pare di capire che sia in pare anti nucleare quindi sarebbe interessante leggere questo libro per capire (oh mi hai acceso la curiosità) come va a finire per i ragazzi protagonisti. Cito: "creando una situazione esplosiva" perchè penso ad una catastrofe?

    RispondiElimina
  9. keep posting like this it’s really very good idea, you are awesome!

    paxil

    RispondiElimina

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...