martedì 5 aprile 2011

In anteprima! 365 racconti horror per un anno - Gli autori

Le inquietanti penne degli autori dell'antologia horror sono tornate...

Titolo: 365 RACCONTI HORROR PER UN ANNO - Antologia
Autori: A.A. V.V.
Editore: Delos Books
Collana: Atlantide
A cura di: Franco Forte
Pagine: 380
Prezzo: € 14,90 
ISBN: 9788865301487
Dopo il successo dell'antologia 365 racconti erotici per un anno, un'altra impresa quasi impossibile messa in campo da Delos Books: una raccolta di 365 racconti horror selezionati fra migliaia che hanno partecipato alle selezioni sul forum della Writers Magazine Italia.
L'esperimento non solo è riuscito anche questa volta, ma conferma che in Italia esistono autori di grande valore, capaci di esprimersi in più generi letterari a una qualità che non ha nulla da invidiare a quella dei maestri anglosassoni.
Nell'antologia, oltre a decine di autori al loro esordio letterario, anche un gruppo di scrittori professionisti di primissimo piano, che hanno dato il loro contributo a quest'altra pietra miliare della letteratura breve del nostro Paese. (Introduzione a cura di Franco Forte)
Per acquistare in prevendita l'antologia  

GLI AUTORI
- seconda parte -
 Per leggere la prima parte CLIKKA QUI!

Ogni autore si presenterà rispondendo a queste stesse domande. All'inizio ho pensato di impaginare tutti allo stesso modo, poi ho scelto invece di lasciare che la personalità di ognuno traspaia dalle stesse presentazioni... ;-)

- Chi è NOME E COGNOME? Presentati ai nostri lettori.
- Cosa rappresenta per te la scrittura?
- Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.
- Prossimi progetti letterari?
Prima di procedere ringrazio tutti di cuore per aver aderito! 
* * *
1.     Salve, sono Fabio Lastrucci, in percentuale 65% scultore, 15 % illustratore, 20 % cialtrone…
No, così non va… allora riprovo: 70 % scrittore, 10 % ritardatario cronico, 10 % fumettista… Nemmeno. Millantatore? Portatore sano di autoironia? Filosofo catalitico? Naah, ci rinuncio.
2.     Dopo aver passato una vita a leggere e a fermarmi compulsivamente davanti ogni edicola/libreria/bancarella di ogni città, a un certo punto ho scoperto che scrivere era altrettanto meraviglioso. Dal 2000 in poi, complice un primo premio letterario, tutto ciò è diventato un vero impegno quotidiano. Niente narcisismo autobiografico, nessun “Grande Messaggio” da comunicare al mondo, solo il piacere di intrattenere raccontando una storia. Bella, si spera.

3.     Per quanto sia logorroico, finora la forma breve è quella che mi è stata più congeniale. All’attivo ho circa 30 racconti pubblicati dal 2001 a oggi su riviste (Strane Storie, Cult Fiction, Robot, Writers Magazine Italia) e antologie (Il Foglio edizioni, Malatempora, Delos Books, CS_libri, Perrone, Montag). Il genere è variabile, ma sempre orientato tra fantascienza, horror e fantastico, lo stile, un vestito che cambia a seconda della circostanza. Unica costante, un pizzico di umorismo e lo sforzo di essere onesto con me stesso e il lettore.

4.     Nel cassetto sonecchia un breve romanzo fantasy, “Il tempo dell’Arcivento”, nato per Delos Books e poi parcheggiato, ma pronto per svilupparsi in una trilogia. In cantiere, c’è un e-book di “Interviste-starnuto”, conversazioni sul fantastico con autori italiani e stranieri, che dovrebbe essere varato con le Edizioni Scudo, ma prima ancora sto portando a conclusione un romanzo dark-horror-comedy che mi fa sudare non poco. Scenario? La Hollywood degli anni ’30. Sinossi? Epidemie bizzarre, paura, azione e torte in faccia, in compagnia di Douglas Fairbanks Sr, Mary Pickford e gli immensi Laurel & Hardy…

 * * *

Nome: Sergio
Cognome: Donato

Cosa rappresenta per me la scrittura:
Fuor di metafora, quando inizio a scrivere mi batte il cuore. La palpitazione dura un paio di minuti: il tempo di allineare qualche centinaio di caratteri e poi finire dentro la narrazione. Un mare poco ondoso che mi culla rilassandomi. Sono in un altro posto, in un altro ambiente; nemmeno sento il ticchettio della tastiera. Traslittero immagini con l'uso della grammatica e le trasformo in storie.

Lavori:
Ho pubblicato molto con Delos Books. La mia prima antologia è stata Libera uscita (2006), nel frattempo molti racconti sono apparsi sui numeri della Writers Magazine Italia. Ho avuto esperienza di fantasy con l'antologia Dragonland (2009) e di erotismo con 365 racconti erotici per un anno (2010).
Per Edizioni Scudo ho scritto uno dei racconti del primo volume di Mahayavan - Racconti delle Terre Divise (2010), un interessante esperimento con il quale alcuni autori, seguendo delle linee guida, hanno tracciato i contorni di una saga fantasy.
Per i tipi di Edizioni Montag ho scritto uno dei racconti per l'antologia Alchimie di viaggio (2011).

Progetti futuri:
Sto lavorando (con molta calma) a un romanzo rosa. Nel frattempo sto scrivendo il soggetto per due romanzi di fantascienza.

* * *

- Chi è NOME E COGNOME? Presentati ai nostri lettori.

Laura Poletti, sono nata nel 1975 sul mare, poco lontano da Genova

- Cosa rappresenta per te la scrittura?

La scrittura è un modo utile di mettere a frutto una fantasia senza confini e senza riposo: il mio spirito creativo è attivo sempre, e scrivere storie mi aiuta a tenerlo a bada.

- Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.

Ho pubblicato due libri nel 2010: "La casa dei fantasmi" (Ciesse Edizioni) un romanzo giallo e la raccolta "Racconti sospetti" (Società Editoriale Arpanet).

- Prossimi progetti letterari?

Innumerevoli: un secondo romanzo è in fase di stesura, un altro è in bozze, e ho idee concrete per almeno altri tre, a cui vanno aggiunti i racconti di vario che continuo a scrivere: è solo il tempo a mancare.

* * * 

NOME E COGNOME: Presentati ai nostri lettori.

Ciao, mi chiamo Irene Vanni,  sono giornalista pubblicista e scrittrice. Mi sono laureata in Lettere e Filosofia con una Tesi sul Rock Progressivo e per alcuni anni ho insegnato nella scuola elementare. Sono attualmente curatore di “Horror Magazine” e ho scritto per giornali come “Il Tirreno”, “Fiction TV”, “Metal Shock” e la fanzine ufficiale dei Death SS. Il mio racconto presente nell’antologia “365 Racconti Horror per un anno” si intitola “Ecologia” (10 gennaio).

Cosa rappresenta per te la scrittura?

Scrivo storie da quando avevo 5 anni, non saprei dirti con esattezza cosa rappresenta per me, così come non saprei spiegarti come mi sento quando mangio o quando dormo. Se mangio cioccolata mi sento diversa rispetto a quando mangio patatine fritte, così se intervisto una band che amo particolarmente mi sento comunque diversa da quando comincio a sviluppare un romanzo della cui idea sono soddisfatta. Fa parte della mia vita da sempre e non potrei vivere altrimenti.

Già pubblicato? Parlaci brevemente dei tuoi lavori.

Sì, oltre ai giornali ho pubblicato anche svariato materiale di narrativa, fra cui racconti su “Writers Magazine Italia”, “Delos Science Fiction”, “Fantasy Magazine” e le antologie a cura di Franco Forte “Dragonland” (Delos Books, 2009 - contiene il mio romanzo breve “Il sortilegio del drago”) e “365 Racconti erotici per un anno” (Delos Books, 2010). Sempre con Delos ho pubblicato il romanzo per ragazzi “I musicanti degli elementi” (2010), per la collana fantasy in ebook “Maghetti”.

Prossimi progetti letterari?

Dovrei uscire in diverse altre antologie edite fra gli altri da La Corte ed Edizioni della Sera, e sulla Romance Magazine, sia con un racconto che con un articolo. Inoltre a primavera inoltrata uscirà un progetto che sto portando avanti a quattro mani con un noto scrittore per Newton Compton. Il progetto sarà un saga a tema vampiri e si intitolerà “Le Cronache del Sangue”.

* * *

·         Chi è ALEX PANIGADA? Presentati ai nostri lettori.

·         Salve a tutti...vedo che partiamo con le domande difficili.
Diciamo che sono da sempre un cantante, un musicista e un autore di canzoni.
Dalle canzoni ai racconti il passo è stato breve.
Attualmente sono il proprietario di una sala prove musicale, collaboro con alcuni web magazine, continuo a scrivere, a fare musica e molto altro...

·         Cosa rappresenta per te la scrittura?

 La scrittura è da sempre parte della mia vita, è uno dei tanti modi che uso per esprimermi.Ricordo ancora con divertimento quando alle scuole medie scrivevo e distribuivo in classe racconti con protagonisti i miei compagni e i professori.

·         Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.

Ho esordito con il saggio “LA FATA VERDE-STORIA DELL'ASSENZIO”, ho vinto un paio di concorsi letterari ed ho partecipato alle antologie “PROGENIE-RITORNO ALL'INCUBO”, “365 RACCONTI EROTICI PER UN ANNO”, “365 STORIE CATTIVE”, “NERO LOMBARDIA”, “365 RACCONTI HORROR PER UN ANNO”.

Prossimi progetti letterari?

Sono stato selezionato per lo “SPECIALE SF” della Delos Books di prossima pubblicazione, continuerò a partecipare alle antologie fin quando mi vorranno e mi auguro di terminare un romanzo che da troppo tempo sto trascurando.

* * * 



Simona Liubicich
- Per me la scrittura rappresenta un'evasione, un modo di comunicare col mondo, una passione manifesta.
- Ho pubblicato:
"Sfumature del deserto" romanzo contemporaneo edito da Gammarò
" Ricordo di un amore" per Romance Magazine di Delos
- I prossimi progetti letterari ai quali sto lavorando sono un romance storico ambientato nell'Italia dei primi '800 ed un paranormal contemporaneo.  Inoltre "Ritorno alla vita" di prossima pubblicazione per GVE.

* * *

Nome: Michele
Cognome: Campagna
Nato: 28/10/88

Cosa rappresenta per te la scrittura?
La scrittura rappresenta per me un sogno che si è insinuato nella mia testolina già in quinta elementare, ai tempi dei temi liberi. Durante l'adolescenza ho allargato le mie conoscenze immergendomi nella lettura in modo esponenziale, concentrandomi soprattutto sul genere fantasy. Finite le superiori ho intrapreso lo studio delle lingue straniere, capendo ancora di più i complicati meccanismi alla base della scrittura e della traduzione. Mi piacerebbe lavorare nel mondo dell'editoria, sia in veste di traduttore sia in quella di scrittore vero e proprio e (inutile dirlo) riuscire a pubblicare il mio "romanzo nel cassetto".

Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.
Sono un esordiente alle prime armi che dopo pochi mesi di scrittura attiva è riuscito a trovare la pubblicazione di un racconto sull'antologia dei 365 racconti Horror. Una grande soddisfazione che mi ha dato la spinta per immergermi nel mondo dei concorsi letterari

Prossimi progetti letterari?
Sono in gara per diversi concorsi letterari con racconti di genere Horror e fantasy e sto preparando un lavoro per partecipare all' Algernon Blackwood. In estate tenterò di superare l'esame di ammissione per le Scuole Holden di Torino, la celebre scuola di scrittura.
Infine, per puro diletto, pubblico racconti brevi, recensioni, biografie e curiosità su un blog creato da me.

* * *
Ciao. Mi chiamo Michele Scoppetta, naturalmente uno degli autori della suddetta antologia. (Paranoie-15 ottobre). Abito nella provincia di Salerno (Sarno), studio Scienze dei Beni Culturali all'Università degli studi di Salerno. Per quanto riguarda i motivi che mi inducono a scrivere, direi che si tratta di un qualcosa che sentivo e che cercavo di fare già molti anni fa, quando la maturità non era ancora alle porte. L'ispirazione a scrivere mi venne probabilmente attorno ai miei dieci anni, ascoltando i vinile di Fabio Concato e Pino Daniele. Sono stato sempre molto sensibile verso la musica e l'arte in generale, e ascoltare i pezzi di questi cantautori in qualche modo mi toccava, mi commuoveva. Cercavo quindi un modo per proporre le mie emozioni, non potevo certo raccontarle ai miei genitori,mi avrebbero preso per pazzo e io non avrei mai potuto dare una spiegazione esauriente. Così, anche quando mi fissavo a guardare il cielo di notte, o il tramonto o l'orizzonte, il mio rifugio era la scrittura. Scrivere sulle mie emozioni per regalarle agli altri. Per quanto riguarda invece i miei progetti futuri, dico subito che con il mio racconto esordisco nel campo delle pubblicazioni ufficiali. Per il prossimo futuro, continuerò a partecipare a questo tipo di concorsi, anche per racconti più lunghi. Devo ancora imparare molto sullo scrivere, migliorare la tecnica e tante altre cose. E' naturale che il sogno di chiunque di noi sia quello di pubblicare un romanzo, o comunque una opera interamente nostra. Ma io sono uno tenace, che tiene molto a quello che ha e a quello che fa. Auguriamoci tutti insieme che questa antologia sia un bel trampolino di lancio. Un saluto e un ringraziamento a chi ha creato questo tipo di intervista. E a chi le leggerà.

* * * 
- Chi è Lorenzo Davia? Presentati ai nostri lettori.

Ingegnere e poeta, giramondo e topo di biblioteca: direi che basta e avanza...

- Cosa rappresenta per te la scrittura?

La scrittura per me è creazione ed esplorazione di mondi, un modo quindi per fuggire dalla realtà e al tempo stesso conoscerla meglio.

- Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.

Il racconto "L'Urlo" sulla 365 Horror (31 Maggio) è il primo racconto pubblicato; scrivo articoli e brevi saggi su siti e riviste, per la maggior parte in lingua inglese.

- Prossimi progetti letterari?

Un romanzo, ovvio ;-)

Un saluto agli amici del blog Tutto sui libri e grazie per l'invito a questa
intervista

Lorenzo
 
* * *


Chi è NOME E COGNOME? Presentati ai nostri lettori.
Mi chiamo Matteo Gambaro e sono uno dei 365 autori della nuova antologia
horror di Delos Books.
Veneziano, classe 1975, vivo e lavoro a Torino ormai da alcuni anni.
 
Cosa rappresenta per te la scrittura?
La passione per la scrittura nasce verso i 14 anni e ha rappresentato cose diverse in periodi diversi.
A volte uno sfogo, altre volte una sorta di giubbotto di salvataggio.
Oggi la scrittura per me rappresenta soprattutto uno svago, modo per sentirmi
meglio.
Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.
Ho pubblicato molti racconti, con diverse case editrici: oltre a Delos, anche
Stampa Alternativa, Il Foglio, Proposte Editoriali e altri ancora (nel mio sito
www.lagunaweb.gdr.net sono riepilogati brevemente).
Di sicuro l’opera che mi ha dato più soddisfazioni è stata Avorio (Historica
Edizioni, 2009: www.lagunaweb.gdr.net/avorio).
Potrei parlarne a lungo, ma non fidatevi del mio giudizio di Autore: con una
veloce ricerca su web, o in siti come Anobii o HorrorMagazine, si trovano
diverse recensioni molto più attendibili.

>Prossimi progetti letterari?
Ho diversi inediti nel cassetto, ma più di tutto mi piacerebbe dare alle
stampe un romanzo horror di cui ho fatto già parecchie revisioni.
Spero di farlo quest’anno… vedremo, per ora dita incrociate.

Un saluto a tutti e grazie ancora a Tutto sui libri.
Matteo Gambaro
URL: www.lagunaweb.gdr.net
BLOG: lagunaweb.splinder.com


* * *

Ciao, mi chiamo Lorenzo Fontana, abito a Lucca e sono ingegnere idraulico.
La scrittura è un hobby, un desiderio che nasce dall'amore per i libri e dalla voglia di imitare gli autori che riescono a suscitare in me grandi emozioni, unito alla sfida di creare qualcosa di sorprendente e inaspettato che stupisce il lettore (eventuale).
Sono abituato a scrivere in modo tecnico o formale, ma nella scrittura creativa sono ancora un novellino, e la mia prima pubblicazione sarà proprio la 365H.
Per adesso mi sono cimentato solo con la narrativa breve; devo ancora imparare molto, e prima di impegnarmi in cose più lunghe e complesse voglio capire se sono in grado di scrivere bene.
Quindi scrivo racconti, in genere fantascienza o urban fantasy con un occhio alla distopia, ma non disdegno altri generi che contengano elementi soprannaturali.
La foto che ho allegato è stata scattata a Eurodisney, vicino alla casa stregata (stile Famiglia Addams), e la mano che spunta ad afferrarmi il collo è di mia figlia.
Un saluto
Lorenzo
* * * 

- Chi è Giusy Berni? Presentati ai nostri lettori.
Salve a tutte le lettrici di Tutto sui Libri. Sono un’aspirate autrice di Romance, un genere che adoro leggere e pertanto ho pensato anche di provare a scrivere. Considerando che la mia formazione è di carattere tecnico e non letterario, ho dovuto proprio fare un grosso lavoro per prepararmi a questa folle impresa. Finora, mi dicono, me la sto cavando anche se ho molto da migliorare, ma non mi spavento di sicuro davanti a queste difficoltà.
Vivo in provincia di Modena con il mio compagno e la mia gattona, Miele, ho 42 anni e lavoro presso un’azienda della zona come impiegata in ufficio tecnico.

- Cosa rappresenta per te la scrittura?
Il mio amore per lo scrivere è nato dal desiderio di raccontare storie.
La prima l'ho scritta alle superiori e parlava di pirati.
Poi, nel corso del tempo mi sono persa, e solo quando ho ricominciato a leggere con assiduità, ho riscoperto questa mia passione.
Scrivere storie che mi piacerebbe leggere.
Racconti o romanzi che riescano a trasportare il lettore in un mondo diverso e per alcune ore far dimenticare crucci e problemi.
Adoro i libri che sono considerati d’intrattenimento, forse non vinceranno dei premi importanti, ma a mio avviso sono quelli che ci tengono compagnia nei momenti tristi, regalandoci emozioni, un sorriso oppure qualche lacrima di commozione.
Perché le parole sono i sogni dell’anima…e ognuna di noi ha bisogno di lasciare la realtà per ricaricare le batterie. Spero che quello che scrivo, un giorno, aiuterà in questo senso, perché una scrittrice non è nessuno se non ha qualcuno che la legga.

- Già pubblicato?...parlaci brevemente dei tuoi lavori.
Il 15 Maggio uscirà un mio racconto nella raccolta edita da Delos Books, 365 Racconti Horror per un Anno, troverete la Contessa Bathory nel giorno 19 Marzo, spero sarà di vostro gradimento. Inoltre, un altro mio racconto verrà pubblicato nel numero DUE di Romance Magazine, un romantic crime.

- Prossimi progetti letterari?
In questo momento sto terminando di scrivere il mio primo romanzo, un regency che mi sta dando del filo da torcere, se verrà pubblicato o meno non lo so, vedremo cosa ne penseranno gli editori.
Una volta finito, dovrò decidere cosa continuare tra i mille progetti lasciati in sospeso, tra romance storici, paranormali oppure contemporanei. Mi sa che per decidere farò la conta.

* * *

Mi chiamo Enrico Arlandini, ho 35 anni, abito a Genova e lavoro come impiegato in agenzia marittima.
Fin da piccolo ho scritto poesie e, da una decina d'anni, ho incominciato con i racconti brevi.
Mi piace partecipare a quei concorsi letterari, non cosi' diffusi purtroppo, dove esiste una reale selezione
rispetto al numero totale dei partecipanti.
Negli anni scorsi alcuni miei racconti sono stati inseriti nelle antologie edite da Montag, Caravaggio
e Noubs.
Sono felice di essere in ottima compagnia nella realizzazione di  365 racconti horror per un anno.

Cosa rappresenta per me la scrittura?:   il processo attraverso il quale riesco, saltuariamente,
a intrappolare sulla carta le scorribande quotidiane della mia fantasia.

Prossimi progetti letterari:  sono in attesa degli esiti di vari concorsi,
tra cui Carabinieri in Giallo, il Cerchio capovolto e i Mondi del fantasy.

L'indirizzo del mio blog e': http://blog.libero.it/enricoscorner

* * *
Sonia Pampuri

Una scrittrice in ognuna delle incarnazioni poliedriche e differenti della mia esistenza: una scrittrice per professione, se ancora in questo modo si può considerare un giornalista. Una scrittrice per piacere e necessità esistenziale sin da bambina. Una scrittrice per passione, la stessa che guida da sempre ogni mia scelta personale e, che colora di carminio i miei racconti, Una donna, che oggi, a 42 anni, ha trovato il suo equilibrio, nell’alimentare continuamente lo squilibrio della sua esistenza. Serena perché ho imparato ad accettare che la quiete non fa per me, non mi appartiene. La scrittura è il mio canale espressivo privilegiato. Ho pubblicato racconti in diverse antologie di tema erotico edite da Damster editore e da Pizzo Nero legate al concorso letterario Oxe Awards, oltre che  sempre con Delos in 365 racconti erotici per un giorno. I miei racconti e le mie poesie si trovano facilmente in rete anche su www.rossoscarlatto.net, di cui sono anche editor della Biblioteca. Il mio mondo  e le mie passioni sono raccontati da sempre sotto lo pseudonimo di Mayadesnuda e li potete trovare in rete nel suo sito www.mayadesnuda.com. Sto finendo di scrivere il mio primo romanzo un progetto ambizioso  di contaminazione di genere, un mistery-erotico intitolato La Libreria che dovrebbe vedere la stampa  nei primi mesi del 2012.
 * * *
Ciao ragazzi, mi chiamo Francesca Claut, ho 23 anni e vivo a in un paesetto in provincia di Pordenone.
Scrivo perché mi piacciono tanto le parole, il modo in cui da sole sono bellissime, ma una vicino all’altra straordinarie!
Prima de “Il suicidio di Jenny Lehoux”, presente in questa antologia (11 ottobre), ho fatto parte anche della ciurma dei 365 racconti erotici, con “Eclisse” (19 agosto).
Da pochissimo è uscita anche la raccolta dei racconti vincitori del concorso “Le ali della fantasia”, Demito editore, dove mi sono piazzata prima e sesta rispettivamente con “La principessa sulla torre” e “Il pianto della banshee”.
Preferisco scrivere storie fantasy-gotiche, perché mi diverte trovare il sistema di aggirare le leggi della fisica e ampliare i confini di quello che si può fare…
Nel cassetto dei progetti ci sono: un romanzo breve da limare, la bozza di un romanzo da sviluppare, e racconti vari in cerca d’antologia. :-)

* * *

- Chi è?
Andrea Franco, classe 1977. Amo leggere da sempre, primo amore insieme alla musica. E da sempre, scrivo. Sono nato a Ostia e amo la mia città. Leggo un po' di tutto e i miei autori preferiti sono: Ed McBain, Isaac Asimov, J.R.R. Tolkien, Ken Follett, Wilbur Smith, Alessandro Baricco. Quando scrivo spazio in molti generi letterari, assecondando il momento, l'ispirazione... o i contratti! Aggiungo solo un'altra cosa: amo l'Opera, e su tutte la Turandot di Puccini.

- Cosa rappresenta per te la scrittura?
Per me scrivere è tutto. È parlare di me, delle emozioni, della vita. Scrivere, e leggere, è emozione, divertimento, passione, condivisione. Non smetterei mai di scrivere, quando non leggo. Scrivere è viaggiare, capacità di sognare. Per me e per chi legge, mi auguro. Perché quando leggo, vado sempre altrove. Ed è bellissimo.

- Già pubblicato?
Diverse cose. Il primo romanzo è un maistream, Nella Bolla (Giraldi, 2008). Poi il mio fantasy Il signore del canto (Delos Books, 2009). Ho pubblicato una ventina di racconti e diversi articoli. I lavori più interessanti? Una serie di articoli che sto pubblicando con Mondadori (in appendice ai Classici del Giallo Mondadori) e lezioni sulla scrittura fantasy per la Writers Magazine Italia. Recentemente ho collaborato a un'antologia insieme a grandi maestri della narrativa italiana (Giulio Leoni, Massimo Pietroselli, Enrico Luceri...): Delitto Capitale (Hobby & Work, 2010). Per Mondadori e WMI le uscite non sono finite, tra articoli e racconti. E poi, con mia soddisfazione, visto l'amore per il genere, uscirò nello speciale SF della WMI con il mio racconto "C'era una volta". Tutte le novità sul mio sito www.andreafranco.net 

- Prossimi progetti letterari?
Sto lavorando a numerosi altri progetti. Alcuni già terminati e in via di definizione (contratto?), altri in corso. Tutti molto interessanti e di alto profilo professionale. Ma è un po' presto per parlarne. Per conto mio sto lavorando all'idea di un paio di nuovi romanzi, ma fino a che non si sbroglia un po' la matassa di quanto messo a cuocere, è presto pure per pensare troppo!

ciao,
Andrea


* * * 

Prossimamente incontreremo altri autori...











Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...