mercoledì 20 aprile 2011

Recensione: Generazione Ottanta di Marco Scarzello


Generazione Ottanta 
di 
Marco Scarzello
Autore: Marco Scarzello
Titolo: Generazione Ottanta
Editore: Giancarlo Zedda
Pagine: 166
Prezzo: 13.00 €

Generazione Ottanta ripercorre gli anni Ottanta nel tentativo di ricostruire gli avvenimenti che maggiormente hanno contribuito a formare la generazione cresciuta in quel periodo, dal Live Aid alla caduta del Muro di Berlino, passando per il Vic20, Goldrake, i paninari, il caso Tortora, l’attentato al Papa e molti altri. Un libro che prova a tracciare l’identikit di una generazione dai contorni non ancora ben definiti...


Recensione a cura di Giovanni D'Accurso.

«Quei ragazzi dissero al mondo che, sì,  loro amavano divertirsi, talvolta esageravano in frivolezze, ma erano pronti a impegnarsi seriamente se c’era bisogno di dare una mano».

Cosa sono stati gli anni ’80? Che cosa ne è rimasto oggi? Marco Scarzello in questo libro ha raccolto ricordi, pubblicità, momenti storici, mode, generi musicali, trasmissioni televisive… tutti ingredienti che hanno formato una generazione difficile da fotografare. In brevi capitoli molto godibili, Scarzello ha descritto e riassunto un decennio di storia in modo originale e coinvolgente, raccogliendo in questo libro molti avvenimenti che hanno caratterizzato questi anni e la generazione che li ha vissuti. Così Scarzello passa in rassegna alcuni eventi storici come l’attento al papa, l’esplosione della centrale nucleare di Chernobyl, la caduta del Muro di Berlino, l’assassinio di Carlo Alberto Dalla Chiesa e il terremoto dell’Irpinia. Ma gli anni ottanta non sono solo catastrofi, omicidi e guerra, sono anni in cui si scoprono nuove forme di divertimento e nuove mode, come quella dei paninari; sono anni in cui la televisione sperimenta nuovi programmi d’intrattenimento (Fantastico, Colpo grosso, la nascita di Canale 5), e la musica diventa protagonista di grandi eventi di solidarietà: è il caso del primo Live Aid. Inoltre, come dimenticare l’Italia campione del mondo, il matrimonio di Lady D., l’esordio dei cartoni giapponesi con le loro sigle indimenticabili, il successo nazionale e internazionale de Il nome della rosa di Umberto Eco e, per finire, la nascita di nuovi giochi e videogiochi, guidati dall’intramontabile cubo di Rubik e da Super Mario. Scarzello mette ordine raccontando una generazione difficile da definire e da etichettare, il risultato è un libro divertente, veloce, interessante e, per alcuni di noi, nostalgico.


2 commenti:

  1. bellissimo!!!io sono un '88, però le cose scritte me le ricordo:-))

    RispondiElimina
  2. Che bello questo libro! Appena ne avro` l' occasione vorrei regalarlo a qualche mia amica che come me era bambina/ adolescente in quegli anni!
    Ciaooo!!!

    RispondiElimina

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...