venerdì 7 ottobre 2011

Il libro: Cul -de-sac di Alberto Custerlina - Dalai editore

Da poco in libreria e presentato sabato 1 ottobre al Festival Letterario Grado Giallo, Cul-de-sac è l'ultimo romanzo noir di Alberto Custerlina definito lo scrittore triestino bombarolo.
 
Cul-de-sac
di
Alberto Custerlina

Titolo: Cul-de-sac
Autore: Alberto Custerlina
Editore: Dalai editore
 Dalla quarta:
A Trie­ste, leg­gere la pagina della cro­naca nera è noioso quanto fare la fila alle poste. Ci penserà Ljud­mila Hor­vat, kil­ler croata e fer­vente cat­to­lica, a movi­men­tare la son­no­lenta città spaz­zata da una bora gelida. In com­pa­gnia di un ex poli­ziotto croato-bosniaco, la donna dovrà impe­dire che un oli­garca russo rie­sca a por­tare a ter­mine il suo piano cri­mi­noso: mettere in piedi un traf­fico ille­cito di ura­nio dal Congo verso l’Iran. A com­pli­care la situazione entra in gioco Zeno Weber, ex-mercenario trie­stino che, suo mal­grado, si tro­verà coin­volto negli eventi.
Con Cul-de-sac Alberto Custer­lina spo­sta il mirino sul con­fine occi­den­tale dei Bal­cani, met­tendo in scena tre sto­rie intrec­ciate che, in una esca­la­tion di avve­ni­menti, tra­sci­ne­ranno i pro­ta­go­ni­sti in un abisso senza fondo, tra fasci­sti irri­du­ci­bili, mafiosi russi, ban­chieri cor­rotti, poli­ziotti con­vinti di avere le mani troppo legate, orga­niz­za­zioni segrete e cri­mi­nali di bassa lega, tutti acco­mu­nati dalla sma­nia di potere e di soldi, tutti per­so­naggi di una tra­ge­dia umana fin troppo reale.
 
Era stato un idiota: avrebbe dovuto igno­rare il furto, così avrebbe abbas­sato la serran- da alle sette e trenta, si sarebbe fatto una svel­tina con Carole e se ne sarebbe tor­nato a casa con una busta piena di roba da man­giare. E Achille non gli avrebbe tele­fo­nato. E i quat­tro corpi mas­sa­crati li avrebbe tro­vati qual­cun altro.

Una scrittura scorrevole, quella di Custerlina, un linguaggio lasciato a briglia sciolta e per questo molto incisivo e realistico, una pulp fiction ricca di suspense e di intrighi ben congeniati. Uno sventurato Zeno Weber che si vedrà alle prese con criminali spietati e morti ammazzati e rimpiangerà il momento in cui, deciso a fare il suo dovere invece di chiudere entrambi gli occhi, la sua vita è cambiata. Ma buon per noi lettori che possiamo godere di una lettura in grado di trascinarci con energia dentro le pagine permettendoci di vedere l'azione...


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...