mercoledì 12 ottobre 2011

Recensione: FIORE DI SCOZIA di Stefania Auci

Stefania Auci, mamma, blogger e scrittrice, lettrice onnivora, articolista e collega, ;-) ha appena pubblicato con l'Harlequin Mondadori un romanzo, disponibile in tutte le edicole, che sono felice di presentarvi.

FIORE DI SCOZIA
di 
Stefania Auci

  
Trama
Scozia, 1745. Qualunque cosa accada, io ti aspetterò. Con questa promessa Deirdre ha detto addio ad Alexander alla vigilia della rivolta giacobita guidata da Carlo Stuart. La guerra, tuttavia, distrugge insieme ai sogni di indipendenza degli Scozzesi anche le speranze dei due innamorati. Tornato ad Aberdeen, Alexander scopre infatti che Deirdre ha sposato un altro uomo, il lealista Sean, e che ha reciso ogni legame con il passato. Ma è davvero così? Oppure è stata costretta a quelle nozze? Alexander si ritrova ad affrontare un nemico più insidioso di quelli incontrati sul campo di battaglia. E a combattere per la sua vita e per quella della donna che ama. 




Recensione a cura di Irene Pecikar
Finalmente una nuova autrice italiana nella scuderia Harlequin Mondadori. E che autrice!
Una che sa scrivere, e lo fa molto bene, azzeccando pure i congiuntivi. Scusate questa digressione venata di polemica, ma quando ho iniziato a leggere Fiore di Scozia ho notato subito con entusiasmo questo particolare non trascurabile.
La lingua sarà anche in evoluzione, ma la consecutio temporum non è solo un latinismo  
Messi i puntini sulle i, mi sento di dire che la Auci ha fatto il salto.
Un romance storico ben strutturato, la poliedricità di vari punti di vista che creano una trama a tutto tondo dove il lettore sa più del personaggio e tanto vorrebbe poterlo informare.
La Auci non ha mai tenuta segreta la sua sviscerale passione per la Scozia, e in particolare per Edimburgo, che è quindi uno scenario naturale per questa scrittrice che dimostra di conoscere bene fatti e luoghi e di saper inserire i suoi personaggi in un contesto storico un po’ trascurato dal romance nonostante sia intrigante e avvincente.
Bella la scena iniziale: fresca, genuina e frizzante, come la stessa scrittura che tinge nelle sfumature calde e violacee dipanando a suon di pennellate decise una trama appassionante.
Deindre è una donna bella, fiera e coraggiosa. Capace di trovare la forza per proseguire e salvarsi anche nelle avversità più aspre. Alexander è un uomo come pochi. Costruito alla perfezione. Quale donna non vorrebbe trovarsi tra le sue braccia oggetto delle sue tenere e calde attenzioni? Un uomo che vive per la sua donna, ma crede in un ideale: la libertà. Nati per stare insieme, ma il destino sembra voler ostacolarli in ogni modo...
Ho apprezzato Stefania anche nel genere urban fantasy.  È capace di coinvolgere il lettore e di tenerlo attaccato alle pagine. Ora l’ho riscoperta dolce e determinata in questo romance storico che accenna alla guerra, all’assassinio e allo spionaggio. Mi piacerebbe leggere un romantic suspense scritto dalla sua abile penna. Chissà se ne avremo mai il piacere?
Concludo consigliando la lettura di Fiore di Scozia. Vi farà sognare avvolti nella bruma o restando in contemplazione dei tramonti scozzesi. 





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...