lunedì 29 luglio 2013

Recensione: DOPO LA PIOGGIA di CHARLES MARTIN - Corbaccio Editore

Dopo la pioggia



TITOLO: Dopo la pioggia
AUTORE: Charles Martin
PAGINE: 414
EDITORE: Corbaccio

TRAMA: Tyler Steele, Texas ranger di terza generazione, è uno degli ultimi esemplari di una razza in via di estinzione, un cowboy moderno che vive in un mondo alieno dal suo senso della giustizia e dal suo istinto a proteggere a ogni costo gli indifesi. Un uomo tutto d’un pezzo, completamente assorbito dal suo lavoro, al punto da non aver capito quanto la moglie Andie avesse bisogno di lui, non solo del suo amore, ma anche della sua presenza. E adesso che lei se n’è andata, forse perduta per sempre, tocca a lui crescere il figlio Brodie, consolarlo per l’assenza della madre, cercare di mandare avanti il ranch per il quale si è indebitato e rimettere insieme i cocci della sua vita. L’incontro con Samantha e la piccola Hope, una madre e una figlia in fuga da una situazione che sembra senza vie d’uscita, cambia ancora una volta le carte in tavola. Sono in pericolo, disperate, sole, sono due sconosciute, ma hanno bisogno di aiuto e Ty le proteggerà: è la cosa che sa fare meglio. E a mano a mano che si conoscono, Tyler capisce che per diventare l’uomo di cui Samantha e Hope hanno bisogno deve imparare a riconoscere e a confrontarsi con le proprie debolezze…

Recensione a cura di Kristina G. Vasileva

Ci sono pochi scrittori che, tramite i loro libri, hanno saputo parlare dell'amore in modo convincente e sincero, a volte molto meglio di come avrebbe potuto fare una donna. Ho letto tante storie romantiche che alla fine si sono dimostrate vuote e che mi hanno lasciata insoddisfatta e delusa. Ci sono però tre scrittori che sono riusciti a commuovermi e conquistarmi per la loro originalità e delicatezza. Il primo di questi è Guillaume Musso con le sue storie d'amore quasi irreali ma dolcissime e nello stesso tempo drammatiche. Poi è arrivato Nicholas Sparks e vi confesso che ho iniziato a comprare compulsivamente i suoi libri dopo aver visto tutti i film tratti dai suoi romanzi. Infine, non ricordo come, ma mi sono trovata tra le mani un libro bellissimo "Domeniche da Tiffany" di James Patterson. Ho letto in pochi giorni tutti i suoi romanzi sentimentali ed è inutile dirvi che gli ho amati tutti. 

Trovare un altro scrittore capace di farmi provare tutte queste emozioni è stata una vera sorpresa soprattutto dato che non avevo in programma di leggere questo libro, ma ieri mi sono ritrovata ad osservarlo e a rileggere due/tre volte la trama e alla fine mi sono decisa.  

"Dopo la pioggia" di Charles Martin è un libro straordinario. Non è la solita storia d'amore, ma è qualcosa di completamente diverso. Un romanzo originale, drammatico e toccante nei punti giusti, romantico ma non sdolcinato che affronta argomenti difficili come l'abuso sui minori, la droga e il tradimento, strettamente intrecciati con la speranza e il rimpianto. Ma non è finita qui: a fare da sottofondo a questi problemi sentimentali e personali preparatevi a tante sparatorie, proiettili volanti, criminali e texas ranger. 
"La pistola non ti dà sempre ragione. Hai ragione o torto a prescindere da quest. In realtà, se hai torto, ti metterà solo nei guai. Ma se hai ragione...ti aiuta a pareggiare le sorti. Sai come si dice, Dio ha creato gli uomini, ma Sam Colt li ha resi uguali."
La cosa che forse rende questa storia così incredibile è il modo reale con cui vengono descritti i pensieri e le emozioni e gli stessi personaggi che sembrano uscire dal libro. Sono personaggi tridimensionali con un proprio carattere, propri sentimenti e abitudini. Non sono degli eroi tanto che li vedrete spesso fare la scelta sbagliata, mentire e pentirsi. Credo che sia questa la ragione, il loro modo di essere così vivi e umani, che mi ha permesso di affezionarmi così tanto a loro.
"Pensai alle due donne della mia vita. Sì, amavo ancora mia moglie. Anche dopo tutto quello che mi aveva fatto. E sì, mi ero innamorato di Sam. Perdutamente. Questo mi metteva nei pasticci. Mi divideva in due. Ammetterlo non rese le cose più semplici. Mi limitai a portare il problema alla luce della luna."
La storia è narrata da due punti di vista: quello di Tyler, un texas ranger pluridecorato che già dalle prime pagine riuscirà a conquistarvi con la sua dolcezza e il coraggio, e le lettere della piccola Hope che completano il tutto con ingenuità e schiettezza anche se alcune sue riflessione non sembrano tipiche di una bambina. Ecco, questo è forse l'unico difetto del libro. Un libro che parla dell'amore sia quello perduto che si vuole riavere sia quello che nasce all'improvviso sconvolgendo la vita delle persone che, durante la storia, vedrete crescere e maturare e trovare finalmente la loro strada. È una storia che vi terrà con il fiato sospeso fino all'ultima pagina.
"Un tempo tenero e caldo, il suo amore era stato un'offerta condivisa, una scoperta, una conquista. Ma non adesso. Ormai l'avevo perduta." 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...