martedì 21 gennaio 2014

Recensione: Horse Sense




Titolo: Horse Sense
Autore: Lapo Melzi 
Pagine: 252
Editore: Irbis Books

Trama:
Jamie è un ragazzino di undici anni che vive con la famiglia in una fattoria. Non ha molti amici, ma uno vale più di tutti gli altri: è Acorn, un cavallo. Insieme passano dei momenti indimenticabili ma la realtà della scuola e dei ragazzini che la frequentano potrà mettere a dura prova il loro legame.

Recensione a cura di Katia Serafini:
Libro indicato per un pubblico di giovani lettori, ma non per questo poco intenso. I problemi dell’integrazione vengono presentati accuratamente e crudamente, ma servono a capire la realtà di certi ragazzi.
La psicologia del protagonista e le sue angosce interiori vengono affrontate con cura e ben spiegate, assieme alle sue emozioni.
Interessante la denuncia al sistema scolastico dove, per risolvere certi problemi, bisogna arrivare a situazioni estreme ed essere quasi un “Don Chisciotte della Manica”, data la scarsa collaborazione di altri genitori. E’ una triste realtà, ma ben rappresentata e anche giustamente messa in luce.
Per coloro che possono pensare che sia un puro libro di cavalli va fatto un ammonimento: il rapporto con l’animale è presente, ma non ossessivamente. E’ una parte importante per la crescita del protagonista, ma non rende la lettura più pesante.

In conclusione, come libro d’esordio dell’autore, è un buon pezzo anche se sono presenti certi errori di battitura e qualche ripetizione un po’ ridondante.


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...