martedì 18 novembre 2014

Recensione: LA RIVINCITA DELLA MAMMA IMPERFETTA di ANNALISA STRADA

Titolo: La rivincita della mamma imperfetta
Autrice: Annalisa Strada
Pagine: 247 pp.
Editore: Piemme

Trama: Lola ha trentott'anni, due figli meravigliosi, un marito che ama e un lavoro che adora. Insomma, tutte le carte in regola per poter entrare nel club delle Mamme Imperfette. Nel corso di una settimana, la più temibile dell'anno quella delle feste di compleanno di Sofia e Arturo (diversificate, ma entrambe curatissime); dei colloqui con gli insegnanti pre-chiusura estiva (tutti rigorosamente in orario di lavoro); dell'inaugurazione della mostra che ha curato per mesi e delle allergie che mettono KO il già non presentissimo marito - dimostrerà al mondo che può farcela. Perché la vita delle mamme che lavorano, ma che vogliono anche veder crescere i propri figli è così: una corsa a ostacoli, dove puoi star certa che se fai bene da una parte dall'altra succederà un disastro. Ma in fondo al cuore lo sai: è stata la scelta giusta e tra qualche anno (10? 15?) potrai concederti una pausa!

Recensione a cura di Stefania Scarano:
Protagonista di questo romanzo è Lola, una donna in carriera di 38 anni che è anche la mamma di Arturo e Sofia. I figli sono nati nello stesso periodo e così ci sono ben 2 feste da organizzare nell'arco della fatidica settimana in cui si svolge la storia.

Lola è la direttrice di un museo archeologico e, nella stessa settimana, ha da organizzare un'importante esposizione sul lavoro, proprio mentre la sua collaboratrice e amica Giulia è in piena crisi sentimentale.

Riuscirà la nostra "mamma imperfetta" a coniugare impegni lavorativi e familiari?

Lola è felicemente sposata, o almeno il più delle volte, con Claudio, un ingegnere meccanico spesso in giro per lavoro... peccato gli sia stata affiancata una giovane stagista proprio quando Lola rivede il suo ex ad una festa. Diciamo che, nonostante gli anni passati insieme, il tarlo della gelosia si accende in entrambi e, almeno in un caso, non si sa se a ragione o meno.

E, come la mettiamo se non si ricorda l'ultimo ciclo? Guai in vista, no?

Che dire poi di suoceri invadenti e una cognata a dir poco saccente? Diciamo che la protagonista è molto realistica ed affronta problemi comuni a molte donne di oggi.

Lascio a voi scoprire come si mettono le cose per Lola e il suo mondo, sia al lavoro che a casa.

Una lettura non molto lunga ma, a suo modo, ricca. Il finale mi ha lasciato col patema d'animo, il lieto fine arriva ma, si deve anche penare un po'.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento, ne siamo lieti. Ricordati di adottare sempre un linguaggio civile e appropriato.
NO SPAM!
Lo staff di Tuttosuilibri.com

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...